Migliorare gli approcci gestionali e mettere in atto specifiche strategie di mitigazione degli impatti provocati dalla proliferazione delle meduse. Progetto finanziato da ENPI-CBC MED

Reti anti-medusa MED-JELLYRISK installate nel Mediterraneo

Negli ultimi mesi, in diverse spiagge nel Mediterraneo sono stati introdotti i primi prototipi delle reti antimeduse MED-JELLYRISK. Lo scopo delle reti è quello di proteggere i bagnanti dalla “mauve stinger” o “medusa luminosa” (Pelagia noctiluca) fungendo da barriera protettiva. In questi mesi verrà testata l’efficacia e l’impatto ambientale delle reti. L'obiettivo è quello di produrre una relazione che possa sostenere i processi decisionali futuri per una migliore gestione delle località costiere.

Le reti sono state installate nelle Isole Eolie (2 reti in località Canneto e una a Porticello, Lipari; una rete a Santa Marina di Salina, Italia),  all'Approdo di Ulisse (Favignana, Italia), nella Baia di Guitcia (Lampedusa, Italia), a Cala Vadella (Ibiza, Spagna) e nella Baia di Pretty (Birzebbugia, Malta). Quest'ultima è stata installata per la prima volta, con il supporto dei ministeri del turismo e dei trasporti locali.

La reazione iniziale è stata molto positiva e la loro performance è stata incoraggiante. In Italia, i bagnanti sono stati molto soddisfatti dall'efficacia di questi reti e nel giro di pochi giorni sono pervenute richieste da altri proprietari dei lidi e dagli hotel al fine di aggiungere nuove installazioni!

Desideriamo ringraziare tutti gli enti regionali per il loro aiuto nel far sì che questo progetto vada a buon fine.

 

Corso di formazione presso la scuola superiore Pierre Mendès France,Mutuelle ville, Tunisia, 26e  28 Maggio 2015

All'inizio dell'estate 2015, il team Med-Jellyrisk tunisino ha organizzato due giorni di formazione per studenti delle scuole superiori presso la Pierre Mendes France, Mutuelle ville, Tunisia, il 26 e il 28 Maggio. L'evento ha rappresentato un'opportunità per scoprire le specie di meduse comuni nel Mediterraneo e per scaricare la smartphone app MED-JELLYRISK per contribuire ai progetti di Scienza del Cittadino attraverso l'invio di commenti e segnalazioni sulle coste tunisine.

Corso di formazione Med-Jellyrisk Tunisia- Maggio 2015

 Agli inizi dell'estate 2015, Med-Jellyrisk terrà con la cooperazione di AUTAX un corso di formazione intitolato " Tassonomia, Monitoraggio ed Ecologia delle Meduse", il 22 maggio 2015 presso la "House of Culture Hammam-lif", Tunisia. Per informazioni visitare il sito: http://www.cbd.int/idb/2015/celebrations/tn/

Scarico di responsabilità: Questo sito è stato realizzato con il contributo finanziario dell'Unione Europea nell'ambito del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo. I contenuti del sito sono di esclusiva responsabilità dell'Istituto di Scieze Marine (CSIC, Spagna) e non riflettono in nessun caso la posizione dell'Unione europea o delle strutture di gestione del programma.

Dichiarazione del Programma: Il Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo 2007-2013 è un'iniziativa di cooperazione transfrontaliera multilaterale finanziata dallo strumento Europeo di Vicinato e Partenariato (ENPI). L'obiettivo del programma è quello di promuovere un processo di cooperazione sostenibile ed armoniosa a livello di Bacino del Mediterraneo, affrontando le sfide comuni e rafforzando il suo potenziale endogeno. Il Programma finanzia progetti di cooperazione al fine di contribuire allo sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale della regione mediterranea. I seguenti 14 paesi partecipano al Programma: Autorità Palestinese, Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Portogallo, Siria, Spagna, Tunisia. L'autorità di gestione congiunta (JMA, Joint Managing Authority) è rappresentata dalla Regione Autonoma della Sardegna (Italia). Le lingue ufficiali del programma sono arabo, inglese e francese.

Dichiarazione dell'Unione europea: l'Unione europea è composta da 27 Stati membri che hanno deciso di fondere progressivamente le proprie conoscenze e risorse e unire il loro destino. Insieme, lungo un periodo di allargamento durato 50 anni, hanno costruito una zona all'interno della quale vigono stabilità, democrazia e sviluppo sostenibile, e al contempo sono garantite diversità culturale, tolleranza e libertà individuale. L'Unione Europea si impegna a condividere le sue conquiste e i suoi valori con i paesi e i popoli al di là dei suoi confini.